27 AEHT ANNUALE CONFERENZA, BELGRADO, REPUBBLICA DI SERBIA

Inserito il 25/11/2014

 

27 AEHT ANNUALE CONFERENZA, BELGRADO, REPUBBLICA DI SERBIA 

17TH - 22ND novembre 2014

 

L’IPSEOA di Cervia porta a casa due medaglie

 

 

Un risultato di prestigio quello realizzato a Belgrado in Serbia, alla 27esima Conferenza Internazionale degli Istituti Alberghieri, tenuto conto che a contendersi il podio erano più di 50 scuole, provenienti da tutto il mondo.

Due medaglie di bronzo per gli studenti dell’Alberghiero di Cervia: Marco Battistini e Filippo Tura che possono, giustamente e meritatamente gioire.

Il loro risultato contiene un mix di ingredienti che ha reso possibile la vittoria e che può essere tradotto in Talento e Passione, sane qualità che giustamente dosate hanno determinato l’emozione finale.

I nostri ragazzi hanno gareggiato ognuno per il proprio ambito di studio: Marco per il front office e Filippo per l’enogastronomia, inseriti in squadre formate da concorrenti di diverse provenienze, che hanno dovuto assemblarsi, capirsi ed esprimersi in pochi minuti dalla conoscenza effettiva.

L’impegno di anni di studio, la perseveranza negli obiettivi, le elevate competenze hanno fatto sì che il risultato finale desse merito al lavoro e agli sforzi.

In tutto ciò ha avuto un ruolo di primaria importanza la crescita formativa di questi studenti, avvenuta attraverso i loro insegnanti di discipline professionalizzanti, Lidio Volpi e Domenico Magnifico Senior, che con professionalità hanno saputo infondere sapere, cogliere le competenze, costruire fiducia, individuare talento, ai quali si sono associati tutti i docenti di materie teoriche e tra i tanti le docenti di lingua inglese, che hanno avuto il compito di permettere ai nostri attori l’acquisizione di competenze d’eccellenza.

La squadra partita da Cervia è rientrata tutta vincitrice perché, seppure Sara Forlani, concorrente per la pasticceria (preparata dal professore Faccini) e Jacopo Malpezzi, in gara per la sala (preparato dal professor Vito Cariello), non sono saliti sul podio, comunque hanno scalato la classifica piazzandosi ai primi posti, dimostrando abilità professionali e capacità linguistiche, distinguendosi per la duttilità nel rapportarsi con i loro “colleghi” di altre nazioni.    

L’arena era vasta ed agguerrita, ma il valore in cui si è creduto si è concretizzato in un’esperienza davvero emozionante e in un orgoglio che ha investito tutto il “popolo” dell’IPSEOA di Cervia, prima fra tutti il dirigente Carla Maria Gatti, e del territorio romagnolo.

 


Torna indietro