Mostra San Domenico e Classis

Inserito il 19/12/2018

 

Cari Associati,

anche quest’anno collaboriamo con la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì per la promozione delle grandi mostre d’arte ai Musei San Domenico. Inviamo, pertanto, un primo messaggio della mostra.

Inoltre, vi segnaliamo anche il museo di Classis recentemente inaugurato.

Vi invitiamo a diffondere nelle prossime comunicazioni ai vostri clienti o segnalare all’interno dei vostri siti internet e social come promozione della stagione turistica del prossimo anno.

Si tratta di un significativo contributo culturale all’offerta turistica della Romagna e della costa romagnola, in grado di attirare turisti e aumentare l’interesse per la nostra località.

 

Mostra 2019 dei Musei San Domenico di Forlì “OTTOCENTO. L’arte dell’Italia tra Hayez e Segantini” dal 9 febbraio al 16 giugno 2019: organizzata dalla Fondazione Cassa Dei Risparmi di Forlì, in collaborazione con il Comune di Forlì e ospitata presso i Musei San Domenico. Dopo la grande esposizione 2018 sul Cinquecento “L’Eterno e il Tempo tra Michelangelo e Caravaggio” con oltre 100mila visitatori, nel 2019 è in calendario “OTTOCENTO. L’arte dell’Italia  tra Hayez e Segantini”, dedicata all’Italia post-unitaria 

della seconda metà dell’Ottocento. Citati Hayez con il suo celebre bacio e Pelizza da Volpedo (l’autore del famoso ‘Quarto Stato’), oltre ai macchiaioli e a Segantini. Un’esposizione con circa duecento opere: oltre ai due citati nel titolo, ci saranno i macchiaioli Silvestro Lega, Giovanni Fattori e Telemaco Signorini, quelli che diventeranno futuristi come Boccioni e Balla, Maccari, Pelizza da Volpedo e le sculture di Vela. Oltre a Francesco Hayez (presente con dieci opere), l’altro grande protagonista sarà appunto Giovanni Segantini, illustre esponente del Divisionismo.

Info: Musei  San Domenico

Piazza Guido da Montefeltro, 12 - 47121 Forlì FC

Tel. 199.15.11.34 - https://www.mostraottocento.com/
mail  mostraforli@civita.it

Il museo Classis, inaugurato l’1 dicembre 2018 alla presenza di migliaia di persone: un’area espositiva di 2.800 metri quadrati, circondata da un parco di un ettaro e mezzo sempre aperto al pubblico, per dare una testimonianza di questa particolare identità con materiali archeologici e moderni e tecnologici.

Il recupero stesso dell’ex zuccherificio di Classe, sede del Museo, si pone al centro della storia del nostro territorio, plasmato e modificato dalla tenacia dei popoli che l’hanno abitato.
Una storia che merita di essere raccontata. Una storia antica, ma non ancora conclusa.

Info: CLASSIS Ravenna - Museo della Città e del Territorio

Via Classense 29 - 48124 Ravenna
Tel. 0544 473717 - https://classisravenna.it/

 

Auguri di Buon Natale e Buon 2019!

 

 

 

Torna indietro